Approfondimenti Giuridici

Tutela legale: come funziona l’assicurazione

 

In Europa sta prendendo sempre più piede la stipula dell’assicurazione contro eventuali vertenze di natura legale. La ratio di questo contratto assicurativo è la stessa che porta ad assicurarsi ad esempio contro l’incombere di malattie.

In Italia si tratta di una realtà ancora poco affermata ma altrove è già consolidata. Al giorno d’oggi infatti il rischio di essere denunciati, a livello civile o amministrativo, non è così sporadico. E’ chiaro che l’assicurazione per la tutela legale appare particolarmente utile per i soggetti che lavorano in ambiti più a rischio di cause, ad esempio medici oppure ditte con molti dipendenti. In Germania però anche i cittadini privati hanno risposto bene a questa possibilità: secondo le ultime statistiche il 50% delle famiglie infatti ha un’assicurazione legale (una su due).

La spesa tutto sommato è abbastanza contenuta se si pensa al servizio incluso e alle possibilità di risparmio. A livello economico infatti l’assicurazione sulla tutela legale permette a chi viene chiamato spesso in tribunale di risparmiare rispetto a quello che sarebbe il prezzo totale di singoli mandati all’avvocato. Mediamente ad un’azienda piccola con un massimo di tre dipendenti il preventivo presentato è di 500 euro per una polizza completa che includa anche eventuale assistenza penale. Come è intuitivo il rischio aumenta con l’aumentare dei dipendenti e quindi lievita anche il preventivo.

Mediamente il massimale ammonta a 25 mila euro per ogni vertenza quindi la copertura include anche cause di un certo valore. L’assistenza legale comprende tutte le fasi del giudizio e quindi rappresenta un’assistenza completa. Ovviamente le agenzie che operano in questo settore garantiscono per la professionalità del proprio personale, vale a dire dei legali impegnati nelle cause.

Approfondimenti Giuridici