Esame di Avvocato

Esame di avvocato 2011: statistiche e previsioni

Con il parere di Diritto Amministrativo si è conclusa ieri la parte scritta dell’esame di avvocato 2011. Anche quest’anno sono stati migliaia i candidati, vittime di un tour de force in condizioni al limite dell’umano. E anche questa volta, forse addirittura più degli anni passati, non sono mancate le polemiche che rendono l’opportunità di questo esame discutibile.

Per legge è proibito l’ingresso in aula con dispositivi tecnologici atti al trasferimento dei dati: qualche studente è stato eliminato dalla prova per l’utilizzo del cellulare ma tanti altri lo hanno fatto senza essere scoperti. Ne è una riprova lampante il fatto che, a meno di un’ora dall’inizio di ognuna delle tre prove scritte, erano disponibili online le tracce e, poco dopo, anche le possibili soluzioni. La prima richiesta sui forum è stata segnalata addirittura alle 7.23 di mattina, quando le Commissioni doveva ancora riunirsi. In media prima delle 13.00 tutte le mattine erano disponibili in rete le tracce più o meno complete. Molte le segnalazioni giunte da Reggio Calabria e da Napoli. Evidentemente i controlli non erano sufficientemente ferrei sebbene in alcune sedi siano stati utilizzati i metal detector per impedire l’accesso ai male intenzionati.

Dal punto di vista contenutistico l’impressione è che, forse anche per via di queste agevolazioni illegali, molti studenti non abbiano trovato impossibili le tracce assegnate. Come ogni anno però la speranza di ogni candidato è rimessa al giudizio della Commissione insindacabile, salvo ricorso. E’ dunque presto per parlare di statistiche anche perché la percezione del candidato non è necessariamente coincidente con quella di chi sarà chiamato a giudicare le prove. I risultati, come sempre, sono attesi per il mese di luglio 2012. Intanto ci si prepara alla prova orale, eventuale.

 

 

Approfondimenti sull'Esame di Avvocato