Esame di Avvocato

Diventare avvocato in Spagna: porte chiuse il 30 ottobre?

 

Giorni contati per chi vuole intraprendere la via spagnola: da ottobre anche Madrid chiude le porte alla via facile per diventare abogado.

La notizia appare confermata a dispetto di coloro che avevano pensato ad un tentativo delle numerose agenzie di tutoraggio coinvolte in questo business per convincere i neolaureati scettici. 

A breve quindi anche per gli aspiranti avvocati spagnoli sarà richiesto il superamento dell’esame di abilitazione. Va detto peraltro a chi è interessato a questa possibilità che nessuna agenzia di tutoraggio, a dispetto di quanto millantato e del preventivo presentato, può assicurare il risultato. Non sono quindi da sottovalutare le difficoltà di questa strada, da sconsigliare senza dubbio a chi non parla fluentemente la lingua spagnola.

Tuttavia è innegabile che affidarsi ad una di queste agenzie, piuttosto che affrontare il percorso in maniera autonoma, garantisce alcuni vantaggi a livello di strumenti e tempi. I tutor ad esempio forniscono la traduzione di tutti i documenti necessari per inoltrare la richiesta. Anche perché l’iter burocratico non è snello come si possa pensare, soprattutto per via delle tante richieste.

Senza contare eventuali difficoltà al rientro in Italia: il Consiglio Nazionale Forense (CNF) ha infatti già chiesto alla Corte di Giustizia europea di verificare se questa scorciatoia non configuri gli estremi dell’abuso di diritto. Intanto sul web le agenzie si moltiplicano e lanciano offerte allettanti per questo ultimo periodo di validità della strada spagnola: Cepu, Stanze di Leonardo, TitoliSpagna e Omologazione Titoli sono solo alcune delle più gettonate. Ad un primo sguardo nei diversi portali le offerte partono da un minimo 5 mila euro ma possono sfiorare anche i 20 mila euro. Molto dipende ovviamente anche dai servizi offerti e inclusi nel pacchetto.

Approfondimenti sull'Esame di Avvocato